Archivio per la categoria ‘FALSI MITI’

LA “RITENZIONE IDRICA” PROBLEMA ESTETICO NON ESISTE

Lo stato confusionale organizzato da medici, industria estetica, ambiente fitness, benpensanti e amplificato dai media, ha portato il 99% delle donne venute a conoscenza dell’ esistenza della ritenzione idrica, a pensare di esserne vittime.

Spacciata per patologia “noiosamente intermittente”(fatalita’ sempre nel periodo premestruale) venivano proposte questo tipo di soluzioni : l’ acqua che elimina l’ acqua, integratori diuretici, bifidus, attivita’ fisica aerobica, tisane miracolose, costosissime terapie linfodrenanti, massaggi, creme, calze elastiche, diete Hitleriane, vasodilatatori, vasocostrittori, addirittura l’acqua per fare “plin-plin”, ecc. ecc..

Nessuna ha mai ottenuto risultati, arrivando alla rassegnazione, divorate da pensieri negativi e pessimisti.

In molti siti internet viene anche presentata come patologia diffusissima.

PECCATO CHE NON SIA RITENZIONE IDRICA

La ritenzione idrica o, col termine tecnico, EDEMA, si manifesta come un anomalo accumulo( ristagno) di liquidi negli spazi interstiziali (tra ogni cellula del corpo umano).

image

image

Puo’ coinvolgere un arto, piu’ arti, collo, insomma porzioni di corpo o anche tutto il corpo (anasarca).

ATTENZIONE BENE …….CAUSE:

1- TROMBOSI VENOSA.

2- SCOMPENSO CARDIACO.

3- INSUFFICIENZA RENALE GRAVE.

4- INSUFFICIENZA EPATICA GRAVE (per forte riduzione dell’ albumina).

5- CARENZE ALIMENTARI GRAVISSIME.

6- PATOLOGIE DEL SISTEMA VENOSO O LINFATICO.

7- INOCULAZIONE DI VELENO(serpenti, insetti, aracnidi, meduse, ecc.)

SI,AVETE CAPITO,DI RITENZIONE IDRICA SI MUORE …..non e’ il caso di scherzare.

MA ALLORA COSA HANNO TUTTE QUESTE DONNE?

Ve lo dico io.
Di risposta a un modificato assetto ormonale e psicologico del periodo premestruale, modificano l’alimentazione stimolando la lipogenesi……INGRASSANO.

Il periodo premestruale visto lo scombussolamento biochimico va gestito per tempo, prediligendo un apporto di micro e macronutrienti specifico, evitando cosi stati di carenza che possono indurre a consumare cibi errati.

MENO SCUSE,PIU’ SCIENZA.

Annunci