Categorie
BIOCHIMICA

CONSIGLIO NUMERO 79 -LA STRADA DELL’INEFFICIENZA FISICA,ORGANICA,BIOCHIMICA –

Conferire l’aggettivo “umano” all’animale dalla stazione eretta che ha invaso e soggiogato l’intero pianeta Terra è fondamentalmente errato. Tale essere è da considerarsi un surrogato del progetto uomo. Ciò che contraddistingue il moderno surrogato di uomo è la quasi completa perdita dell’efficienza fisica, organica, biochimica in favore dell’ avanzamento tecnologico. Sembra una storia già vista e rivista nei film: “Raggiunta la percezione di massimo espletamento ci si rende artefici del futuro creando, illogicamente, i nostri futuri sostituti. Stiamo, in pratica, per essere sostituiti dalle macchine”. Attenzione, per definizione, è da considerarsi essere vivente ogni entità che sia in grado di riprodursi, provvedere autonomamente al proprio sostentamento, contenere, poter condividere e usare informazioni. Facendo un passo indietro cerchiamo di capire punto per punto quel processo di “emancipazione” per alcuni “evoluzione” che ha scandito la debacle del progetto uomo e alimentato inevitabilmente la generazione di nuove forme di vita tecnologicamente pensanti.

I percorsi da valutare sono 4:

-1- Degenerazione alimentare

-2- Degenerazione fisica

-3- Degenerazione ambientale

-4- Degenerazione sociale

-1- DEGENERAZIONE ALIMENTARE

Sebbene l’alimentazione sia il punto cardine dell’efficienza di qualunque essere vivente, tale tema è già stato sviscerato nei precedenti articoli di questo blog (che vi invito a leggere o a rileggere) ma ribadisco che il surrogato dell’uomo chiamato uomo moderno mangia poco, mangia cibi non idonei, è perpetuamente disidratato.

-2- DEGENERAZIONE FISICA

Il surrogato dell’uomo chiamato uomo moderno è debole, ha piedi talmente delicati da potersi usare solo con le scarpe, polpacci sottosviluppati, sistema cardiovascolare sottodimensionato, forma delle dita delle mani e dei piedi non determinata da uso intensivo delle unghie, ossa piccole, biostruttura muscolare e tendinea del cingolo scapolo omerale instabile, collo inadatto a sostenere efficacemente la testa, struttura muscolare insufficiente, denti, mascelle, mandibole adatti a processare solo cibi cotti o altamente lavorati, pelle disabituata a ricevere raggi infrarossi solari, senso dell’udito e dell’odorato non allenati, cefalee, coordinazione nei movimenti pluri articolari assente, mialgia, artrite reumatoide, continue infiammazioni, assoluta incapacità di comprendere che la flora intestinale è l’equilibrio della vita e della qualità della vita, ecc.

-3- DEGENERAZIONE AMBIENTALE

Il surrogato dell’uomo chiamato uomo moderno interagendo senza cognizione di causa con l’ambiente che lo circonda, una volta chiuso in casa, pensa di ottenere una sorta di immunità. L’epigenetica, invece, insegna che l’ambiente interagisce con il sistema biochimico complesso corpo umano determinando anche attivazioni e disattivazioni del DNA molto sporadicamente benefiche.

-4- DEGENERAZIONE SOCIALE

È in atto da sempre la manipolazione sociale strutturata al fine di mantenere e o garantire equilibrio. Corretto, se fosse gestito da persone preparate e lungimiranti. Invece accettiamo politiche palesemente insensate proposte DA PERSONE VOTATE NELLE URNE DA MEZZI UOMINI, DA SURROGATI DI UOMO, DA OBBROBRI BIOCHIMICI, DA ESSERI AI QUALI NON IMPORTA IL NESSO TRA CAUSA ED EFFETTO, DA ESSERI CON DISTURBI DA STRESS POST TRAUMATICO.

VOLETE SAPERE DA COSA SONO DETERMINATI I LORO DISTURBI DA STRESS POST TRAUMATICO?

DALLA DEGENERAZIONE ALIMENTARE , DALLA DEGENERAZIONE FISICA, DALLA DEGENERAZIONE AMBIENTALE, DALLA DEGENERAZIONE SOCIALE.